Home Spettacolo Diego Maradona, un 2020 tragico: cos’è accaduto prima della morte

Diego Maradona, un 2020 tragico: cos’è accaduto prima della morte

664
0

Un 2020 difficile, tragico per la famiglia Maradona: gli avvenimenti che hanno preceduto la sua morte sono abbastanza drammatici

Maradona morto
Maradona, un 2020 tragico…

Diego Armando Maradona è morto. Ha scritto pagine di storia del calcio mondiale ed è stato definito il più grande calciatore di tutti i tempi. Arrivò in Italia, a Napoli, con Ferlaino presidente. E rese grande il club, la squadra, la città. Una vera e propria leggenda. E’ per questo che oggi un po’ tutti ne piangono la scomparsa. La notizia della sua morte ha sconvolto il mondo intero. A 60 anni, il miglior calciatore del mondo è passato a miglior vita. Si parla di arresto cardiaco: queste sono le ultime notizie riportate dai principali siti d’informazione.

Morto Diego Armando Maradona, prima di lui il cognato

Il 2020 non è stato un anno facile. Per nessuno. Un anno che ha visto migliaia di persone morire di Coronavirus. E tra queste anche il cognato di Diego Armando Maradona scomparso proprio qualche mese fa. È deceduto, infatti, Raul Machuca, proprio a causa del Coronavirus. Era il cognato del ‘Pibe de oro’ e marito della sorella Rita. L’uomo aveva 77 anni ed era ricoverato in clinica. Ci era rimasto per molto tempo. Il Covid aveva colpito anche la sorella di Diego, Rita. Era positiva, ma asintomatica e quindi in ottime condizioni.

Anche il figlio Diego jr ha contratto il Covid

Non è bastata la scomparsa del cognato in questo tragico 2020. Diego Maradona era da un po’ in apprensione anche per suo figlio, Diego Jr, ricoverato al Cotugno di Napoli proprio a causa del Covid. «Dopo 8 giorni ho trovato un minuto per farvi sapere che sono ricoverato a Napoli e che sono in via di guarigione. Dio è grande». Queste le sue parole dall’ospedale. Anche sua moglie Nunzia era positiva e per molto tempo non ha potuto vederlo. Adesso, la notizia della scomparsa del padre… non possiamo conoscere la sua reazione perché è ancora in ospedale. Le sue condizioni migliorano e possiamo soltanto sperare che trovi la forza per reagire a questa drammatica notizia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here