Home Spettacolo Dpcm Natale, si potranno raggiungere le seconde case?

Dpcm Natale, si potranno raggiungere le seconde case?

516
0

Dpcm Natale, si potranno raggiungere le seconde case? Il Governo fa chiarezza, ecco la risposta ad alcune delle domande più frequenti dei cittadini.

Il Dpcm emanato dal Governo per regolamentare il periodo delle feste natalizie ha optato per una linea piuttosto dura. Il rischio di una nuova ondata di contagi in tutto il Paese è davvero alto, per cui il Premier Conte e i suoi Ministri hanno ritenuto opportuno limitare al massimo le possibilità di trasmissione del virus per non rendere vani gli sforzi fatti finora da tutti gli italiani. Non si potrà uscire dalle Regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio, e nei giorni 25 e 26 dicembre e 1 gennaio si potrà circolare solo all’interno del proprio Comune. Nessun cambiamento per quanto riguarda il coprifuoco, che rimane attivo dalle 22:00 anche per la VIgilia di Natale e per il 31 dicembre, con la differenza che in quest’ultimo caso sarà prorogato fino alle 7:00 del mattino, anziché alle 5:00, come in tutti gli altri giorni.

Dpcm Natale seconde case
Dpcm Natale, si potranno raggiungere le seconde case? Il Governo fa chiarezza, ecco le regole da rispettare

Ma una delle domande che tutti si pongono riguarda le seconde case: sarà possibile raggiungerle durante il periodo natalizio? Scopriamolo insieme.

Dpcm Natale, si potranno raggiungere le seconde case? Il Governo fa chiarezza

Il Dpcm Natale vieta lo spostamento tra Regioni, anche quelle considerate di fascia gialla, per tutto il periodo che va dal 21 dicembre al 6 gennaio. Per quanto riguarda le seconde case, dunque, sarà possibile raggiungerle solo e unicamente entro il 20 dicembre o dopo il 7 gennaio, se si trovano in un’altra Regione. Chi vive nelle Regioni arancioni, invece, non potrà raggiungerle in nessun caso, perché non può spostarsi dal proprio Comune. L’unica ragione per cui è possibile andare nella propria seconda casa sono le situazioni di emergenza, come crolli, effrazioni, rottura di impianti elettrici o idrici. In questo caso, però, sarà necessario giustificare lo spostamento con un modulo di autocertificazione e rimanere nella seconda casa solo per il periodo necessario a risolvere la problematica. In caso di mancato rispetto delle Regole, lo ricordiamo, le sanzioni previste sono molto pesanti e vanno dai 400 ai 3mila euro di multa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here