Home Spettacolo Spostamenti tra comuni, ipotesi modifica Dpcm: quanto tempo ci vorrà

Spostamenti tra comuni, ipotesi modifica Dpcm: quanto tempo ci vorrà

478
0

Giunge in queste ore la notizia che Giuseppe Conte, ha preso in considerazione l’ipotesi di modificare il Dpcm e consentire gli spostamenti tra comuni a Natale: quanto tempo ci vorrà per l’ufficialità

Spostamenti comuni Dpcm
Ipotesi modifica al Dpcm per consentire gli spostamenti tra Comuni: quanto tempo ci vorrà per l’ufficialità (fonte Instagram)

Si apre uno spiraglio per quanto riguarda gli spostamenti tra Comuni, vietati nelle date del 25 e 26 Dicembre e del 1 Gennaio secondo quanto stabilito dal nuovo Dpcm. L’idea di allentare in modo leggero ma significativo la misura restrittiva era stata ventilata già da diversi giorni. Erano molti tra i politici coloro intervenuti in merito, come Matteo Salvini e Luigi di Maio. Il motivo alla base della “protesta” che coinvolge anche gran parte dei cittadini, è semplice. Impedire gli spostamenti tra comuni non sarebbe equo, visto la differenza di estensione e densità territoriale molto varia e differenziata sul territorio italiano.  Adesso che Giuseppe Conte sembra aperto all’ipotesi di consentire gli spostamenti, vediamo in termini semplici cosa significa e quanto tempo ci vorrà per l’ufficialità.

Leggi anche: Spostamenti tra comuni, nuova apertura di Conte

Spostamenti, modifica al Dpcm: quanto tempo ci vorrà

Bisogna comprendere la differenza tra Dpcm e Decreto legge. Il Dpcm è un provvedimento che viene emanato solo dal Presidente del Consiglio dei Ministri. Tecnicamente, dunque, è di grado inferiore alla legge, al decreto legge e ai decreti legislativi per gerarchia costituzionale.  Per essere valido, quindi, deve essere “legittimato” da un decreto legge. Tutti i provvedimenti emanati dal Governo, devono essere comunicati alle camere e ogni quindici giorni occorre che il Premier o uno dei Ministri in sua vece faccia rapporto al Parlamento sulle misure adottate. L’atto di emanazione ed entrata in vigore del Dpcm è quindi molto più rapido. La sua modifica, del resto, dovrebbe essere altrettanto veloce. Ovviamente, al momento, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, pare aver aperto solo l’ipotesi di una riflessione sulla modifica. O, anche, l’introduzione di una “interpretazione estensiva” quindi il perfezionamento e l’ampliamento dei “casi particolari” nei quali sarebbe possibile la deroga al divieto.

 

Luigi di Maio
Tra i politici che hanno chiesto una modifica al Dpcm c’è Luigi di Maio (fonte facebook)

Tra i politici che si sono espressi favorevoli e hanno chiesto una modifica al Dpcm c’è Luigi di Maio, che ha pubblicato il messaggio sul suo profilo Facebook. Ovviamente, bisognerà attendere le decisioni del Premier.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here