Home Personaggi Antonino Cannavacciuolo, “Avevo braccia e spalle blu”: incredibile retroscena, aveva solo 13...

Antonino Cannavacciuolo, “Avevo braccia e spalle blu”: incredibile retroscena, aveva solo 13 anni

309
0

Antonino Cannavacciuolo, “Avevo braccia e spalle blu”: incredibile retroscena, lo chef aveva solo 13 anni, ecco cosa ha raccontato. 

Antonino Cannavacciuolo retroscena
Antonino Cannavacciuolo, l’incredibile retroscna: “Avevo spalle e gambe blu”, è successo quando aveva solo 13 anni. ecco il suo racconto nel dettaglio

E’ uno dei grandi protagonisti di Masterchef Italia, ma anche uno degli chef più amati e apprezzati in Italia. La sua simpatia e la sua ‘napoletanità’ lo hanno reso un personaggio amatissimo dal pubblico e il suo talento in cucina è incommensurabile. Stiamo parlando, ovviamente, di Antonino Cannavacciuolo, chef stellato e personaggio televisivo di grande successo. Il suo programma ‘Antonino Chef Academy’ è seguitissimo, così come ‘Cucine da incubo’ e chiaramente Masterchef, dove lui è giudice insieme ad altri due pilastri del calibro di Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli. La bravura e la simpatia di Antonino hanno conquistato il pubblico negli ultimi anni e la gente è sempre più curiosa di conoscere dettagli e retroscena sulla vita privata dello chef. In un’intervista al Corriere della Sera, Cannavacciuolo si è raccontato a 360 gradi, svelando anche un incredibile retroscena avvenuto quando lui aveva solo 13 anni: ecco il suo racconto.

Antonino Cannavacciuolo, “Avevo spalle e braccia blu”: incredibile retroscena, lo chef aveva solo 13 anni

Antonino Cannavacciuolo si è raccontato qualche tempo fa in un’interessante intervista al Corriere della Sera e ha svelato molti retroscena inediti sul suo passato e sulla sua vita lavorativa, alcuni dei quali hanno davvero lasciato tutti a bocca aperta. Lo chef non ha mai nascosto di aver fatto una lunga e faticosa gavetta, ma non tutti sanno che ha iniziato a lavorare quando aveva solo 13 anni e che ha vissuto momenti anche molto duri nel corso della sua formazione professionale. “Sono andato a lavorare in cucina a 13 anni e mezzo. La notte tornavo a casa con spalle e braccia blu per le mazzate che mi rifilava uno chef”, ha raccontato, “Mia mamma voleva protestare, ma mio padre diceva che evidentemente me le meritavo. Oggi quello chef verrebbe arrestato per maltrattamenti. Ma a me è servito”, ha spiegato Cannavacciuolo. Incredibile, vero? Cosa ne pensate delle sue parole?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here