Home Spettacolo Valentina Neri, “Ridi di me ti prego” esclusiva: “È un romanzo biografico?”

Valentina Neri, “Ridi di me ti prego” esclusiva: “È un romanzo biografico?”

351
0

Valentina Neri torna con un nuovo libro, il 25 febbraio infatti è uscito Ridi di me ti prego per Santelli Editore. Abbiamo avuto l’opportunità di scambiare qualche chiacchiera con lei.

Valentina Neri, "Ridi di me ti prego"
Valentina Neri, “Ridi di me ti prego”

Il libro racconta la storia di Cecilia Mosca, una moglie quasi perfetta e molto innamorata di suoi marito Duilio. Questi è un avvocato di Milano brillante e molto bello. Inizia però a maltrattare sua moglie dopo essere stata al centro delle sue ossessioni. Per dedicarsi al ruolo di moglie Cecilia si è un po’ lasciata andare, trascurandosi. La vita di Cecilia verrà sconvolta dall’incontro con un fotografo romano che la porterà in un mondo di perdizione. Sulle tinte di “50 sfumature di grigio” il libro si spinge sull’inesplorato, lasciando tutti senza parole ma facendo riflettere.

Valentina Neri, Ridi di me ti prego: le sue parole

Valentina Neri ha parlato con noi in esclusiva di Ridi di me ti prego: “Difficilmente un romanzo non è autobiografico, perché è molto difficile dare la sensazione della verità quando certe emozioni e sensazioni non le hai provate anche se poi le applichi in una realtà che non è la tua. L’aspetto autobiografico è essenziale sempre perché il lettore deve percepire l’emozione della verità. Se non ci metti un po’ del tuo, un po’ di quello che hai vissuto e vai a ricostruire in maniera scomposta una nuova realtà facendo diventare la situazione diversa”.

LEGGI ANCHE >>> Intervista a Silvia Botticelli

Aggiunge Valentina: “Il libro è destinato a un pubblico che ha voglia di divertirsi, che vuole ridere un po’. Un pubblico però che non si scandalizzi e ha una certa apertura mentale. Un pubblico che abbia voglia di entrare nelle dinamiche di matrimoni asfissianti per capire come uscire. Si rivolge alle donne, ma anche agli uomini, nel senso che si può capire cosa può portare la fine di un rapporto e cosa può portare una donna, fino al giorno primo la moglie ideale, all’allontanamento. Può essere un monito per capire le trappole in cui si può cadere sia da parte della donna che procede con comportamenti asfissianti che le si ritorcono contro e per l’uomo potrebbe essere facile perdere tutte quelle cose che si danno per scontate”.

I suoi progetti futuri

Valetina Neri ci svela: “Progetti futuri sono sempre tanti. Sto lavorando sulla sceneggiatura, lo stesso Ridi di me ti prego avrà la sua versione fumetto insieme Chiara Corradetti, la disegnatrice, e avrà anche una versione cinematografica. Altro particolare di questo libro, che trae spunto, io mi ritengo prima di tutto una poetessa e per tante cose il libro trae spunto da alcuni miei libri di poesia. Estrapolo da queste poesie dei versi che diventano il tema portante della storia. Questo connubio è interessante”.

Si sofferma poi sui suoi interessi: “C’è sempre l’interesse della ricerca di nuove situazioni con diversi metodi dal fumetto alla sceneggiatura. Si vuole sempre dare più corpo ai personaggi che vado a modellare, non si crea nulla tutto trae spunto da qualcosa. Il progetto è continuare a questo. Scrivo anche tanti saggi, ho fatto collaborazioni con la società memoria storica. Ho fatto commento ai Promessi Sposi, ho realizzato Italia opera unica e la storia dell’Emirato di Dubai quindi spazio dalla saggistica alla poesia. la scrittura resta l’obiettivo in una maniera sempre più carnale, che si sta avvicinando sempre di più al di scorso cinematografico. Questi sono i passaggi che mi legano dallo scrivere allo sceneggiare, alla fotografia al cinema per dare sempre più corpo all’idea creativa”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here