Home Spettacolo Spaccata Lisa Fusco, quell’incidente che poteva costarle caro

Spaccata Lisa Fusco, quell’incidente che poteva costarle caro

425
0

La spaccata di Lisa Fusco è passata, purtroppo, alla storia della televisione. La donna sarà madrina di una delle due squadre di Ciao Darwin stasera.

Spaccata Lisa Fusco
Spaccata Lisa Fusco

La showgirl è stata vittima di un pericoloso incidente in diretta tv che non può che aver preoccupato il pubblico di casa. Era stata protagonista in diretta tv su Rai 1 di Mezzogiorno italiano con all’epoca alla conduzione Arianna Ciampoli. Erano precisamente le 12.22 quando Lisa si è esibita con la sua specialità, la spaccata, ed è scivolata costretta ad andare all’ospedale per il gomito sinistro. In trenta giorni il problema si è risolto ma è inutile dire che la paura è stata davvero tanta.

Spaccata Lisa Fusco, il racconto

Spaccata Lisa Fusco
Spaccata Lisa Fusco

Dopo la spaccata di Lisa Fusco si è pronunciato Giovanni Leone, all’epoca direttore di Rai 1. Ha sottolineato: “Fasciatura al gomito per Lisa Fusco che tra pochi giorni verrà ingessata per arrivare a una pronta guarigione”. C’è stato anche chi, in maniera polemica, ha lanciato l’allarme sul fatto che tutto potesse essere concordato. Ci fu da parte della Rai però la volontà di raccontare cosa è accaduto. La ragazza si è però per fortuna ripresa senza nessun problema. Stasera la rivedremo però in una registrazione di Ciao Darwin.

La donna è stata molto ironica, sottolineando: “La spaccata mi ha spaccato. Tutto vero, si è rotto il tacco”. Proprio l’appoggio del tacco l’ha portata a perdere l’appoggio al momento della spaccata col gomito che è stato poggiato a terra e le ha portato a una situazione molto complicata da gestire. La puntata con lei di Ciao Darwin di stasera tornerà protagonista con annessi momenti di ilarità e simpatia che contraddistinguono un personaggio incredibilmente forte come Lisa. La donna infatti ha conquistato tutti con la sua simpatia e con un modo di fare ineguagliabile, frutto della sua genuinità e della sua umiltà.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here