Home Attualità Nuovo decreto, è necessaria l’autocertificazione? Facciamo chiarezza

Nuovo decreto, è necessaria l’autocertificazione? Facciamo chiarezza

161
0

Da qualche giorno è entrato in vigore il nuovo decreto legge che stabilisce Le misure restrittive contro il coronavirus in Italia: è necessaria l’autocertificazione? Facciamo chiarezza.

Autocertificazione nuovo decreto
Con il nuovo decreto è necessaria l’autocertificazione? Facciamo chiarezza (fonte pixabey)

Qualche giorno fa Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto legge con le misure restrittive contro il coronavirus in Italia: un dubbio che attanaglia i cittadini riguarda l’autocertificazione, se e quando è necessaria. Cerchiamo di fare chiarezza. Ovviamente, bisogna ricordare che la situazione varia in base al rischio di contagio. Continua infatti la suddivisione in zone di colore del nostro paese sulla base dell’analisi della curva di contagio. Zone rosse, gialle e arancioni, con le necessarie eccezioni in date particolari, come quelle delle festività pasquali, che vedono tutta la penisola in fascia rossa. Cerchiamo di comprendere, quindi, quando è necessaria l’autocertificazione e dov’è possibile trovare e scaricare il documento.

Leggi anche: Coronavirus, Faq zona rossa: quali sono le risposte alle domande più frequenti

Autocertificazione: quando è necessaria, i dettagli

La situazione varia a seconda della zona di colore in cui si trova per ovvi motivi legati alle restrizioni. In zona gialla, infatti, è possibile spostarsi all’interno della propria regione, tra comuni e province. Non è, tuttavia, consentito spostarsi dalla regione eccezione fatta per comprovati motivi di salute, lavoro o necessità. In questo caso, dunque, occorrerà l’autocertificazione per poter “uscire” dai confini regionali. In zona arancione, invece, anche per gli spostamenti da un comune all’altro è previsto l’utilizzo dell’autocertificazione che dimostri la necessità di spostarsi per i sopracitati motivi. Infine, per quanto riguarda le zone rosse, l’autocertificazione sarebbe sempre necessaria, anche quando ci si muove all’interno del proprio comune: gli spostamenti, infatti, devono essere limitati solo a motivi di esigenza, lavoro o salute. Ricordiamo, inoltre, che ad influire sulla mobilità dei cittadini vi è anche il coprifuoco. Il modello da compilare può essere scaricato in modo semplice e veloce dal sito del Ministero.

Seguiteci anche su facebook: qui

Covid Italia
L’Italia è al momento suddivisa in zone di colore in base al rischio contagio (fonte pixabey)

Sarebbero questi, dunque, i casi specifici in cui l’autocertificazione è necessaria per circolare e sposarsi sul territorio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here