Home Attualità Riaperture bar, ristoranti e parrucchieri: si valuta dal 20 aprile, i dettagli

Riaperture bar, ristoranti e parrucchieri: si valuta dal 20 aprile, i dettagli

50
0

Riaperture bar, ristoranti e parrucchieri, ma anche centri estetici e teatri: si valuta dal 20 aprile, scopriamo i dettagli.

riaperture 20 aprile
Riaperture di bar, ristoranti e cinema (pixabay)

Le attività che potrebbero riaprire, anche in zona rossa, sono diverse: a partire dal prossimo 20 aprile si valuteranno le riaperture di bar, ristoranti, cinema, teatri, ma anche saloni di bellezza, centri estetici e poi palestre e piscine. Tutto ovviamente dipenderà dall’andamento della curva epidemiologica, come sottolinea Palazzo Chigi.

Come riporta il Corriere, il 20 aprile è la data fissata dal Governo Draghi per analizzare i dati in riferimento al contagio da Covid 19 e decidere sulle riaperture dei diversi esercizi commerciali che adesso sono chiusi. I governatori di alcune regioni italiane premono per riaprire, così come anche il leader della Lega Matteo Salvini. Nei giorni scorsi palazzo Chigi ha dichiarato: “La cabina di regia non è stata convocata al momento per la valutazione di possibili aperture nè sono state definite date“. Inoltre, tiene a sottolineare che il quadro epidemiologico è costantemente sotto controllo.

LEGGI ANCHE >>> i colori delle regioni dopo Pasqua

Riaperture di bar, ristoranti e cinema: si decide il 20 aprile

riaperture 20 aprile
Per le riaperture si decide il 20 aprile (pixabay)

Da oggi nelle regioni italiane ritorna la suddivisione in due fasce di colore: il territorio nazionale sarà diviso nuovamente in zone rosse e zone arancioni. L’ultimo decreto approvato dal governo non prevede infatti la presenza di zone gialle, ma tutto potrebbe cambiare in base all’andamento dei contagi. Nel caso in cui ci dovessero essere miglioramenti in questo senso, alcune regioni potrebbero diventare gialle e inoltre si potrebbe procedere con la riapertura di alcune attività commerciali.

LEGGI ANCHE >>> Luca Zaia, le parole che fanno polemica

Il decreto infatti prevede che fino al 30 aprile possono essere apportate modifiche alle restrizioni se i numeri e quindi i dati lo permettono. Le prime attività a poter essere riaperte potrebbero essere proprio i bar, i ristoranti, i saloni di bellezza e i centri estetici. Come riporta SkyTg 24, si sta pensando di procedere il 20 aprile con questi primi esercizi commerciali, per poi procedere a maggio, sempre se i dati lo permettono, con le palestre e le piscine, e le altre attività che sono ferme da molto più tempo.

L.M.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here