Home Spettacolo Francesco Pannofino: “Sono riuscito a superare la timidezza” | Il racconto

Francesco Pannofino: “Sono riuscito a superare la timidezza” | Il racconto

502
0

Il noto attore e doppiatore Francesco Pannofino ha raccontato, in un’intervista, in che modo è riuscito a superare la timidezza: scopriamo come ha fatto.

Francesco Pannofino
Francesco Pannofino (Getty Images)

Torna questa sera, venerdì 30 aprile, Felicissima Sera, il varietà del duo comico Pio e Amedeo su Canale 5. Fra i tanti ospiti dell’ultima puntata del programma, c’è anche il noto attore e doppiatore Francesco Pannofino, un vero gigante del cinema italiano. Pannofino ha avuto l’occasione di collaborare con molti personaggi internazionali nel mondo della recitazione.

Francesco ha fatto della sua voce un vero marchio di fabbrica: riconoscibile, calda e profonda, ha doppiato attori del calibro di Denzel WashingtonGeorge Clooney, Kurt Russell, Jean-Claude Van Damme e Antonio Banderas. Forse, non tutti, sanno che all’inizio Pannofino era molto timido e aveva delle difficoltà che poi è riuscito a superare. Scopriamo in che modo ci è riuscito.

LEGGI ANCHE > > > Eros Ramazzotti: l’incredibile scatto da giovane | La foto

La timidezza di Francesco Pannofino

Francesco Pannofino film
Come ha superato la timidezza Francesco Pannofino (Getty Images)

Il cinema, così come anche il teatro, e la recitazione in generale, apre tantissime opportunità nella vita. Francesco Pannofino ha sicuramente saputo sfruttarle tutte, diventando nel corso degli anni uno degli attori e doppiatori più importanti in Italia. Ha questa passione sin da quando era ragazzo, passione che poi è riuscito a trasformare in un lavoro vero e proprio.

Grazie a questo lavoro, Francesco ha anche incontrato l’amore, incontrando quella che poi sarebbe divenuta la sua futura moglie, Emanuela Rossi. La sua carriera inizia in radio, salvo poi passare a lavorare come doppiatore negli anni Novanta, raggiungendo da subito un buon successo grazie al suo timbro molto riconoscibile.

LEGGI ANCHE > > > Francesco Pannofino, testimone del rapimento di Aldo Moro | Il racconto

Da doppiatore, Pannofino, è passato anche ad essere un attore, recitando sia in film, sia in opere teatrali. Proprio il teatro ha rappresentato per lui un’importante palestra di vita, aiutandolo a crescere e a superare la timidezza. “Grazie al teatro sono riuscito a superare la timidezza. In questo senso il palco è una palestra, ti fa sentire a stretto contatto con il pubblico“, racconta Pannofino a DomaniPress.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Pannofino (@fpannofino)

e.f.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here