Home Spettacolo Maneskin, Victoria: il grave problema che l’affliggeva | Fan in apprensione

Maneskin, Victoria: il grave problema che l’affliggeva | Fan in apprensione

361
0

La bassista dei Maneskin Victoria De Angelis ha raccontato un problema che l’affliggeva quando era un’adolescente: scopriamo cosa l’è successo in passato.

Victoria Maneskin
Victoria dei Maneskin (Instagram)

Loro sono sicuramente la band del momento, non solo a livello nazionale ma anche internazionale. Stiamo ovviamente parlando dei Maneskin, il gruppo rock capace di riportare in Italia l‘Eurovision dopo ben 31 anni senza nessuna vittoria. Il brano che li ha fatti trionfare è Zitti e Buoni, con i quali hanno vinto anche la settantunesima edizione del Festival di Sanremo, contro ogni aspettativa.

Il percorso della band parte da lontano: i ragazzi hanno iniziato a suonare i loro primi brani nelle strade di Roma facendo già intravedere le grandi dote musicali. Il successo, però, arriva con la partecipazione a X Factor. Alla fine del programma si classificheranno secondi ma saranno in assoluto i partecipanti che hanno raggiunto il maggior successo anche grazie alla sapiente guida di Manuel Agnelli. Victoria, l’unica donna del gruppo, nonché bassista della band, ha parlato di un problema che l’affliggeva quando era ancora un’adolescente. Scopriamo, dunque, di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE > > > Maneskin, così non li avete mai visti | Foto incredibile

Il problema di Victoria dei Maneskin

Maneskin Zitti e Buoni
Qual era il problema di Victoria dei Maneskin (Instagram)

Oggi Victoria rappresenta sicuramente la perfetta immagine del rock al femminile: bella, aggressiva e molto sicura di sé. Tuttavia, da adolescente, ha avuto dei seri problemi che si è trovata ad affrontare. “Ero una ragazza spensierata, ma a 14 anni mi sono ritrovata a non voler più uscire di casa, ho perso un anno di scuola“, racconta Victoria ad Elle Magazine.

LEGGI ANCHE > > > Vanessa Incontrada, le difficoltà del passato: “Ci furono critiche crudeli”

C’era qualcosa di rotto in me e non sapevo come ripararmi. Prima me ne vergognavo, ora non ho più bisogno di nasconderlo“, aggiunge poi la ragazza. “Ne sono uscita grazie a una terapia, alla famiglia e agli amici, ma è comunque da sola che impari a gestire certe voragini“. Una testimonianza sicuramente importante e che ci aiuta ancor di più a comprendere come certi disagi vadano affrontati senza aver nessun tipo di paura.

e.f.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here