Home Spettacolo Kasia Smutniak: “Ci abbiamo messo tre anni” | Gesto commovente

Kasia Smutniak: “Ci abbiamo messo tre anni” | Gesto commovente

434
0

L’attrice Kasia Smutniak ha raccontato che progetto ha messo in piedi con il compianto marito Pietro Taricone: scopriamo cosa hanno realizzato insieme!

Kasia Smutniak
Kasia Smutniak (Getty Images)

Kasia Smutniak è una modella e attrice di origini polacche naturalizzata italiana. A soli 17 anni ha partecipato in Polonia ad un importante concorso di bellezza, iniziando così la sua carriera nel mondo dello spettacolo. Ha poi cominciato a lavorare come modella in diverse parti del mondo. In Italia divenne famosa grazie alla pubblicità del 2002 della TIM. Nel nostro paese ha anche conosciuto il suo futuro marito, il compianto Pietro Taricone, scomparso dopo un incidente con il paracadute. I due hanno anche avuto una figlia, la piccola Sophie.

Nel 2000 ebbe inizio la sua carriera nel cinema, con il film Al momento giusto. Ha sempre alternato il lavoro di attrice con la carriera televisiva. Nel 2008, grazie al film Nelle tue mani vinse il Globo d’oro come miglior attrice rivelazione dell’anno. Nel 2014, invece, uscì nelle sale il film Allacciate le cinture, per il quale vinse il Nastro d’argento come migliore attrice protagonista. Insieme a Pietro Taricone, Kasia, ha messo in vita un progetto davvero bellissimo e di grande cuore: scopriamo di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE > > > Bruno Barbieri, avventura incredibile in Amazzonia! | L’esperienza

L’iniziativa stupenda di Kasia Smutniak

Kasia Smutniak film
Cosa ha realizzato Kasia Smutniak? (Getty Images)

Kasia Smutniak è molto impegnata anche nel sociale: insieme all’ex marito Pietro Taricone, infatti, ha realizzato una scuola in Nepal per gli abitanti del luogo. “Sono capitata nel Mustang per caso, nel 2003, e ho fatto amicizia con una coppia del posto“, spiega Kasia a ioDonna. “Gli abitanti del Mustang sono di lingua e tradizione tibetana, non nepalese. La nostra scuola è l’unica dove, oltre alla lingua di Stato e all’inglese, si insegna il tibetano“, aggiunge poi.

LEGGI ANCHE > > > Paola Barale: “Mi fa sentire utile” | La bellissima iniziativa

Volevo fare qualcosa lì perché potevo farlo. Servono cinque giorni per arrivarci ma per me era quello il posto, si vede che era destino“. Un’iniziativa davvero meravigliosa che ha richiesto tre anni per essere progettata ed infine realizzata. “Ora la scuola è al quarto anno di attività. Da noi l’età dei bambini non conta, volevamo dare a tutti, grandi e piccoli, la possibilità di imparare“. Kasia ha dimostrato di avere un cuore immenso con questo progetto così utile e bello.

e.f.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here