Home Spettacolo Zerocalcare: avete mai visto il fumettista in carne e ossa? Non crederete...

Zerocalcare: avete mai visto il fumettista in carne e ossa? Non crederete ai vostri occhi

135
0

Negli ultimi giorni non si fa che parlare dalla nuovissima serie tv Netflix “Strappare lungo i bordi” di Zerocalcare, ma sapete chi c’è dietro i disegni e le storie del famoso fumetto?

zerocalcare-dalvivo-altranotizia
Zerocalcare-Altranotizia

Qual è il vero volto di un talento così grande, com’è fatto Zerocalcare in carne e ossa? Scopriamo chi è il fumettista romano più famoso d’Italia.

Chi è Zerocalcare

L’autore che utilizza lo pseudonimo Zerocalcare è un genio creativo eppure, come spesso accade, ha svolto diversi lavori prima di diventare il fumettista più famoso d’Italia che conosciamo oggi. Poi ha messo tutto il suo impegno nella sua grande passione, l’arte del fumetto e adesso il suo talento è sotto gli occhi di tutti.

L’artista in questione si è fatto conoscere inizialmente realizzando copertine di progetti musicali. Ha collaborato con Radio Onda Rossa, e a partire dagli anni duemila, è diventato l’illustratore del quotidiano Liberazione, del settimanale e del mensile La Repubblica XL.

Successivamente, grazie al suo amico fumettista già affermato Marco Dambrosio meglio noto come Makkox, che ha accettato di produrre per lui il suo primo albo a fumetti, si è fatto conoscere da un pubblico sempre più ampio.

Il primo albo i chiamava La profezia dell’armadillo. Da allora sono passati anni e Zerocalcare si è fatto un nome noto nel mondo del fumetto che non verrà più dimenticato. Tant’è che dal 17 novembre è uscita anche la serie tv distribuita dalla piattaforma Netflix ispirata ai suoi disegni e alle sue storie.

Ma quale volto si nasconde dietro un talento così grande, com’è fatto Zerocalcare in carne e ossa?

Il vero volto del fumettista

Dietro il famoso fumetto Zerocalcare ci sono il genio e la matita di Michele Rech. Michele è nato a Cortona ma ha vissuto prima in Francia e poi a Roma, nel quartiere Rebibbia. Ed è proprio l’identità della sua zona urbana che ha messo al centro dei corti animati Rebibbia Quarantine. Anche la voce e il dialetto dele sue opere sono tipicamente romani

Quest’ultimo ha avuto un successo enorme, e, grazie alla sua arte si è fatto conoscere sempre più.  Tant’è che la serie Strappare lungo i bordi, di cui Rech è autore e interprete, pur essendo stata pubblicata da pochi giorni è già molto seguita, è al primo posto in Italia come spettatori, ed è attualmente il primo progetto made in Italy distribuito su Netflix che è riuscito a entrare tra le “tendenze” della piattaforma di streaming.

Michele-Rech-Altranotizia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here