Home Spettacolo Coronavirus, didattica a distanza non solo in zona rossa: la proposta del...

Coronavirus, didattica a distanza non solo in zona rossa: la proposta del Comitato Tecnico Scientifico

503
0

La proposta del Comitato Tecnico Scientifico al Governo è chiara: a causa dell’emergenza Coronavirus la didattica a distanza appare necessaria, non solo per le zone rosse. Vediamo i dettagli

didattica a distanza coronavirus
Didattica a distanza, la proposta del Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza Coronavirus (fonte pixabey)

Pochi giorni ancora mancherebbero all’entrata in vigore del nuovo Dpcm e, intanto, arriva al Governo la proposta del Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza Coronavirus: didattica a distanza non solo nelle zone rosse, i dettagli. La situazione contagi sul territorio italiano è varia e necessita di misure adeguate, come dimostra il passaggio in fascia rossa e arancione di alcune regioni a partire da domani, 1 Marzo. La scuola resta un punto focale per cui occorre prendere decisioni importanti e su cui intervenire. In alcune zone d’Italia, come ad esempio la Campania, la scelta è stata la chiusura totale delle scuole e l’utilizzo della Dad per tutti. Secondo il Cts questa direttiva dovrebbe riguardare anche altre zone, vediamo quali.

Leggi anche: Coronavirus, altro cambio di colore: la situazione delle regioni, nuove zone rosse e arancioni

Coronavirus, il Cts propone didattica a distanza per queste zone

Secondo il parere del Comitato Tecnico Scientifico, il Governo dovrebbe servirsi della didattica a distanza come arma contro la diffusione del contagio. La proposta sarebbe quella di chiudere le scuole in zona rossa, ma non solo. Indipendentemente dalla fascia di colore, la didattica a distanza dovrebbe essere impiegata anche laddove il numero di contagi abbia superato un tetto massimo stabilito, indipendentemente dal colore della regione. Tetto che, secondo quanto si apprende da SkyTg24, si aggirerebbe intorno ai 250 contagi ogni settimana su un campione di circa centomila abitanti. “Sarebbe auspicabile una modulazione delle misure a seconda delle zone, variabile in base a Comuni o Province e non soltanto su base regionale” sarebbe l’idea di base.

Per retare aggiornati seguite la nostra pagina facebook: qui

scuola
La didattica a distanza non solo in zona rossa, ma ovunque i contagi superino una certa soglia: la proposta del Cts (fonte pixabey)

Una proposta che, ovviamente, starà al Governo valutare così da poter decidere quale sia la strada migliore da intraprendere in questo delicato e difficile momento. Restiamo in attesa dei prossimi aggiornamenti a riguardo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here