Home Spettacolo Coronavirus, esame di Stato per gli avvocati: cambiano le modalità, i dettagli

Coronavirus, esame di Stato per gli avvocati: cambiano le modalità, i dettagli

181
0

Cambiano le modalità dell’esame di Stato per gli avvocati: le novità sono contenute all’interno del nuovo decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri

Esame avvocati modalità
Esame di stato per gli avvocati: cambiano le modalità (Fonte Pixabay)

Per quest’anno, a causa dell’emergenza pandemica da Coronavirus, cambieranno le modalità dell’esame di stato per gli avvocati. I dettagli sono contenuti all’interno del nuovo decreto legge approvato dal Governo Draghi. Alla stesura del documento ha partecipato anche il Consiglio Nazionale Forense, collaborando col Ministero di Grazia e Giustizia. Resta tutto fermo, invece, per l’esame di stato dei giornalisti.

LEGGI ANCHE: Covid, l’Italia verso il lockdown nazionale a Pasqua: quando entreranno in vigore le nuove misure

Esame per gli avvocati, nuove modalità

Quest’anno non ci sarà nessuna prova scritta, bensì solo due orali. Il candidato dovrà presentarsi nella sede d’esame, mentre la commissione si collegherà da remoto. Per la prima prova sarà direttamente il candidato a scegliere la materia oggetto d’esame. Non tutte le scelte relative alla prima prova sono state condivise dal Presidente del Consiglio Nazionale Forense, Maria Masi. Il Presidente, infatti teme per “l’effettiva garanzia di equilibrio e parità di trattamento nei confronti di tutti coloro che affronteranno il primo colloquio orale”. Il rischio è che ci siano colloqui fin troppo diversi fra i vari candidati.

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK. CLICCA QUI.

esame avvocati si farà
Solo due orali e nessuna prova scritta per il nuovo esame di stato per avvocati (Fonte Pixabay)

Il Consiglio aveva infatti proposto un’alternativa: i quesiti della prima prova, sostitutivi della classica prova scritta dalla durata di un’ora, dovevano essere elaborati direttamente dal Ministero per assicurare ai candidati una situazione di omogeneità. “Il Cnf interloquirà con il ministero della Giustizia e con la commissione centrale d’esame per verificare che non sussista un eventuale rischio di disparità di trattamento per gli aspiranti avvocati”, conclude poi il Presidente Masi.

Ancora nessuna novità per l’esame dei giornalisti

Sul fronte esame di stato per l’abilitazione dei giornalisti ancora tutto tace. La prova era inizialmente prevista per il 3 dicembre 2020. Tuttavia, il nuovo decreto, ha ulteriormente sospeso la prova fino al 6 aprile. Sul sito dell’Ordine l’esame è ufficialmente rimandato a data da destinarsi. Un duro colpo per chi rimane ancora bloccato professionalmente senza avere la possibilità di diventare un professionista a tutti gli effetti.

e.f.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here