Home Curiosità Perché viene introdotta l’ora legale? Quanto si risparmia e quali sono gli...

Perché viene introdotta l’ora legale? Quanto si risparmia e quali sono gli effetti sulle persone

229
0

Domenica 28 marzo torna l’ora legale: sapete quanto si risparmia e quali sono i possibili effetti collaterali sulle persone? Tutti i dettagli.

Ora Legale risparmio effetti
Ora Legale, quanto si risparmia e quali sono i possibili effetti collaterali sulle persone: ecco tutto quello che c’è da sapere (Fonte foto: Pixabay)

Manca esattamente una settimana al giorno in cui in Italia tornerà l’Ora Legale. Nella notte tra sabato 27 e domenica 28 marzo, infatti, tutti i cittadini dovranno spostare le lancette dei propri orologi un’ora avanti. Dalle 2:00, dunque, si passerà direttamente alle 3:00, motivo per cui si dormirà un’ora in meno. Se da un lato questa notizia può essere poco felice, nel senso che mancherà a tutti un’ora di riposo, sono tanti gli aspetti positivi assolutamente da non sottovalutare. Il cambio dell’ora, infatti, comporta un’ora in più di luce al giorno, e dunque un importante risparmio in termini di energia e consumi. Siete curiosi di saperne di più? Ecco tutti i dettagli.

Ora Legale, quanto si risparmia e quali sono i possibili effetti sulle persone: tutti i dettagli

L’Ora Legale tornerà in Italia domenica 28 marzo, giorno in cui tutti i cittadini dormiranno un’ora in meno a causa dello spostamento delle lancette un’ora avanti. Questa cosa, per quanto fastidiosa, ha chiaramente i suoi vantaggi, in particolare in termini di rispamio energetico. Basti pensare che nel 2020 il passaggio all’Ora Legale ha permesso di risparmiare circa 400 milioni di kWh, con un’emissione di 205mila tonnellate in meno di CO2 nell’atmosfera e un conseguente risparmio economico di circa 66 milioni di euro. Il motivo? Semplice, con l’Ora legale c’è un’ora in più di illuminazione diurna e si utilizza meno l’elettricità.

Tutto molto positivo, dunque, ma quali sono invece gli effetti che il cambio d’ora può avere sulle persone? Nessuno in particolare, nel senso che eventuali effetti collaterali variano chiaramente da persona a persona, ma di certo il passaggio da un’ora all’altra può generare una sorta di ‘jet lag’, come quello che avviene quando si fanno lunghi viaggi e si arriva in un luogo dove ci sono diverse ore di differenza rispetto al Paese di partenza. Stanchezza, pesantezza alle gambe, insonnia e senso di spossatezza possono comparire, dunque, nei soggetti più ‘sensibili’ al cambio dell’ora. Ma si tratta, comunque, di effetti che spariscono nell’arco di poche ore. A voi è mai capitato?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here