Home Spettacolo Nina Zilli, il ricordo del difficile passato: dai bulli alla fuga in...

Nina Zilli, il ricordo del difficile passato: dai bulli alla fuga in Irlanda

448
0

La cantante Nina Zilli ha un passato davvero molto particolare: vittima dei bulli da bambina, ha vissuto poi 5 anni in Irlanda. Scopriamo cosa ha raccontato.

nina zilli passato
Il passato di Nina Zilli (Instagram)

Questa sera la vedremo su Rai 2, ospite di Enrico Brignano nello show Un’ora sola di vorrei: stiamo parlando della splendida cantante Nina Zilli, una delle voci più interessanti della musica italiana. Nel suo passato ci sono diverse esperienze molto forti, come i cinque anni vissuti in Irlanda e il periodo in cui ancora adolescente, era vittima dei bulli a scuola. Scopriamo qualcosa in più su questa fantastica artista e del suo passato.

Il vero nome di Nina Zilli è Maria Chiara Faschetta: ha scelto questo pseudonimo per rendere omaggio alla sua cantante preferita, che è Nina Simone, e per riprendere il cognome della madre. L’artista ha da sempre avuto una forte passione per la musica, ma ha iniziato la sua carriera come veejay su Mtv. Uno dei suoi più grandi sogni del cassetto era quello di esibirsi sul palco più famoso d’Italia, quello del Festival di Sanremo. Il sogno si è avverato nel 2010, quando si è esibita con la canzone “L’uomo che amava le donne” e da allora ha partecipato altre tre volte. Scopriamo adesso qualcosa che riguarda il difficile passato.

LEGGI ANCHE >>> il difficile passato di Biagio Antonacci

Il passato di Nina Zilli: “Ero un pò una sfigatina”

nina zilli irlanda bulli
Nina Zilli (Instagram)

Qualche tempo fa la cantante Nina Zilli ha raccontato qualcosa del suo passato in un’intervista per il Corriere della sera. La sua non fu un’adolescenza molto facile, soprattutto per il fatto che già di per sè aveva un carattere molto introspettivo e chiuso. Ha confessato che da ragazza era molto timida, e che la madre la spinse a intraprendere un viaggio molto particolare.Ero un po’ una sfigatina” afferma l’artista, che a 13 anni portava l’apparecchio ed era vittima dei bulli.

Devi subire i bulli, ma questa cosa mi ha creato una grande corazza. Ha fatto sì che me ne fregassi” dice la Zilli, che ha colto l’occasione per rafforzarsi e diventare più forte di prima. Continua dicendo che gli anni passati in Irlanda non furono una sua decisione: “A farmi fuggire da casa è stata mia madre contro la mia volontà, quando avevo 10 anni. Un passato sicuramente difficile, che però ha reso l’artista la fantastica donna che conosciamo oggi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ninja Zilli (@ninazilliofficial)

L.M.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here