Home Personaggi Lodo Guenzi, incredibile passato: “Ero un bambino prodigio”, il retroscena

Lodo Guenzi, incredibile passato: “Ero un bambino prodigio”, il retroscena

299
0

Lodo Guenzi, cantante del gruppo Lo Stato Sociale ed ex giudice di X-Factor, ha svelato un dettaglio molto curioso sul suo passato: scopriamo di cosa si tratta.

Lodo Guenzi
Il racconto di Lodo Guenzi (Getty Images)

Lodo Guenzi è un cantante apprezzatissimo dai fan, specialmente i più giovani. Con la sua band, Lo Stato Sociale, ha portato una ventata d’aria fresca nel mondo della musica italiana. La loro recente partecipazione a Sanremo, li ha visti concludere al tredicesimo posto la kermesse.

Questa sera, domenica 18 aprile, Lodo sarà ospite del programma condotto da Luciana Littizetto e Fabio Fazio Che tempo che fa su Rai 3. Il cantante, in un’intervista rilasciata a Vanity Fair, ha rivelato un dettaglio molto curioso sul suo passato, spiegando di essere sempre appartenuto al mondo dell’arte, anche se in una sua diversa forma. Scopriamo cosa ha detto.

LEGGI ANCHE > > > Dori Ghezzi: come è diventata cantante? Retroscena inedito

Lodo Guenzi era un bambino prodigio, incredibile retroscena

Lodo Guenzi Stato Sociale
Incredibile retroscena per Lodo Guenzi (Getty Images)

Con la sua musica Lodo Guenzi e Lo stato sociale hanno fatto appassionare migliaia di ragazzi e ragazze al così detto genere Indie. Il gruppo, formatosi nel 2009, ha già all’attivo ben 5 album che hanno riscosso un notevole successo.

I componenti della band sono molto affiatati fra di loro, nonostante portino avanti parallelamente anche dei progetti solisti. Ciò, tuttavia, non li ha di certo fatti disunire, anzi: il gruppo è più solido che mai come testimonia la loro partecipazione a Sanremo 2021

LEGGI ANCHE > > > Daniele Liotti: sapete cosa faceva l’attore prima del successo?

Lodo, oltre a fare il cantante, ha anche fatto parte della schiera di giudici di X-Factor, sostituendo in corsa Asia Argento coinvolti in alcuni problemi personali. Il cantante, prima di formare la band ha lavorato anche come dj a Radio Città Fujiko, nella sua città natale Bologna.

Ancor prima di avvicinarsi al mondo della musica, però, Lodo era già un artista vero e proprio, come da lui stesso rivelato. “Sono stato enfant prodige della pittura. A 11 anni ero credibile a copiare Caravaggio, mi facevano fare le mostre”, spiega il cantante che ha quindi un immenso talento. Tuttavia non ha portato avanti questa sua passione perché lo annoiava. “Dipingere è un’attività solitaria e io per fare le cose ho bisogno di coinvolgere altre persone”, spiega Guenzi a Vanity Fair.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lodo Guenzi (@influguenzer)

e.f.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here