Home Spettacolo Achille Lauro: “Nessuno mi dava un euro” | Nessuno ci crede

Achille Lauro: “Nessuno mi dava un euro” | Nessuno ci crede

431
0

Achille Lauro è un cantante quasi rivoluzionario nel panorama musicale italiano: in un’intervista ha spiegato che considerazione avessero di lui agli esordi, scopriamo il retroscena. 

Achille Lauro retroscena
Il retroscena di Achille Lauro (Getty Images)

Con la sua musica ha portato una ventata d’aria fresca nella musica italiana. Irriverente, fuori dagli schemi e con uno stile eclettico: Achille Lauro è il cantante del momento. Giorno dopo giorno, il successo, così come i fan, aumentando sempre di più, grazie ai testi profondi e coinvolgenti dell’innovativo cantante romano.

Questa sera, domenica 25 aprile, Achille Lauro sarà ospite nella trasmissione di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto Che Tempo Che Fa su Rai 3. Il cantante si esibirà live con la canzone Marilù, il secondo singolo estratto dal suo album Lauro. Nonostante oggi sia fra i cantanti più famosi in Italia, gli inizi per lui sono stati molto difficili. Scopriamo cosa ha detto.

LEGGI ANCHE > > > Paolo Conticini, la passione ereditata dal nonno | Toccante racconto

Il retroscena sugli inizi di Achille Lauro

Achille Lauro sanremo
Il retroscena raccontato da Achille Lauro (Getty Images)

Probabilmente sarà strano credere a questo retroscena raccontato da Achille Lauro sui suoi esordi se consideriamo la popolarità attuale del cantante romano. In questi ultimi anni, infatti, i suoi album e le sue canzoni sono sempre stati in vetta alle classifiche italiane. Achille è un personaggio decisamente sui generis che ha saputo coinvolgere tutti con la sua originalità e creatività.

LEGGI ANCHE > > > Achille Lauro, conoscete la sua fidanzata? Il retroscena sulla coppia che non tutti sanno

Quest’anno, sul palco di Sanremo, Achille ha dato il meglio di sé, portando in scena canzoni e scenografie spettacolari, che sono stati uno dei punti di forza della kermesse 2021. Anche se in qualità di ospite, Achille ha fatto parlare di sé tanto quanto gli artisti in gara. Questa è stata la sua terza apparizione sul palco dell’Ariston. Per due volte, infatti, è stato in gara con le canzoni Me ne frego e Rolls Royce.

Proprio quest’ultimo brano è stato oggetto di numerose critiche. “Quando ho deciso di portare Rolls Royce a Sanremo mi hanno detto che non avrebbe mai funzionato“, racconta il cantante al quotidiano online Open. “E io invece, in qualche modo, ci vedevo qualcosa. Per questo continuo a cercare ispirazione ovunque“, aggiunge poi. Lauro, inoltre, ha rivelato che agli inizi della propria carriera nessuno gli dava un euro. Metafora usata per indicare che proprio nessuno, nell’ambiente, avrebbe scommesso sul suo successo. Decisamente si sbagliavano considerando gli importanti traguardi raggiunti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ACHILLE LAURO® (@achilleidol)

e.f.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here