Home Spettacolo Orribile notizia per Rocio Munoz Morales: purtroppo non poteva succedere di peggio

Orribile notizia per Rocio Munoz Morales: purtroppo non poteva succedere di peggio

267
0

Rocio Munoz Morales è la madrina del Festival del Cinema di Venezia 2022. Una scelta ponderata che, a quanto pare, non è piaciuta a molti. Come mai?

I grandi eventi del mondo dello spettacolo rappresentano sempre l’occasione migliore per incontri, interviste, chiacchierate informali e polemiche. Non possono mai mancare, sono il sale di ogni grande manifestazione.

Rocio-Munoz-Morales-madrina-Altranotizia.it
Rocio-Munoz-Morales-Altranotizia.it-(Fonte: Google)

Quando non ci sono se ne creano ad arte, perché come recita il famoso adagio: Non importa se bene o male, purché se ne parli. Il Festival del Cinema di Venezia 2022 non può certo rappresentare un’eccezione ed infatti, a poche ore dal suo inizio ecco, puntuale, soffiare sul Lido una brezza polemica che riguarda proprio lei, la madrina: Rocio Munoz Morales. Per quale motivo?

Rocio Munoz Morales ed il ruolo prestigioso

Non è soltanto un ruolo simbolico. Il ruolo di madrina all’interno del Festival del Cinema di Venezia, ha una sua forte connotazione rappresentativa. Per questo solitamente viene assegnato ad attrice con una carriera prestigiosa alle spalle. Ma quali sono i compiti “istituzionali” della madrina del Festival?

Come ci ricorda gossipetv.com, la madrina intanto apre e chiude il grande evento, inoltre può partecipare ai più importanti eventi  collegati all’evento. Per la 79esima edizione del Festival del Cinema di Venezia 2022, è stata scelta Rocio Munoz Morales, attrice spagnola, famosa in Italia anche per essere la compagna di Raoul Bova.

Esattamente questa scelta ha scatenato delle furiose critiche da parte di chi non ritiene idonea la scelta effettuata dalla direzione artistica di puntare sull’attrice spagnola. Quale il vero motivo?

Un messaggio sbagliato

Tra coloro che hanno aspramente contestato la scelta dell’attrice spagnola come madrina del grande evento, vi è sicuramente il giornalista Pier Paolo Mocci, che senza molti giri di parole, ha chiaramente fatto intendere che la scelta ricaduta sulla compagna di Raoul Bova è una scelta decisamente sbagliata, poiché: “E’ un messaggio sbagliato che si manda all’esterno ed una mancanza di attenzione verso decine e decine di attrici di gran lunga più talentuose o di comprovata bravura”.

L’attacco a Rocio Munoz Morales da parte del giornalista è principalmente un’accusa rivolta al direttore artistico del settore Cinema della Biennale di Venezia, Alberto Barbera. Il perché di questa scelta il direttore artistico l’aveva spiegata dettagliatamente in un’intervista rilasciata poco tempo prima a Radio Italia. Queste alcune delle sue parole: “Ho incontrato diverse attrici e Rocio mi ha conquistato per la simpatia, l’allegria, il carattere estroverso, la passionalità”.

rocio-munoz-morales-venezia-Altranotizia.it (1)
(Fonte: Google)

Tutte belle qualità, non c’è dubbio, ma per molti non determinanti per ricoprire un ruolo così prestigioso e che pretende, per essere ricoperto nel migliore dei modi, di una carriera decisamente all’altezza, dove talento e bravura siano caratteristiche indispensabili.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here