Home Spettacolo Maurizio Costanzo, quella volta che fu quasi ucciso in un attentato

Maurizio Costanzo, quella volta che fu quasi ucciso in un attentato

493
0

Maurizio Costanzo è stato protagonista alcuni anni fa di un drammatico episodio: fu quasi ucciso in un attentato alla sua vita.

maurizio costanzo attentato
Maurizio Costanzo e il tragico episodio del passato (getty images)

Maurizio Costanzo negli anni scorsi fu vittima di un feroce attentato. Questa sera ritorna il celebre programma che ormai conduce da tantissimi anni con grande successo. “Maurizio Costanzo Show” andrà in onda questa sera in seconda serata su Canale 5: come sempre al fianco dello storico conduttore ci saranno ospiti d’eccezione.

Il programma è ormai giunto alla sua 39esima edizione e continua ad essere uno dei più seguiti e amati dal pubblico italiano. Come sempre durante il talk show si affronteranno diverse tematiche insieme a tanti ospiti. Tra questi ci saranno l’onorevole Giorgia Meloni e altri importanti scrittori e giornalisti italiani.

Nel passato del giornalista c’è però uno spiacevole episodio che non tutti conoscono: nel 1993, a Roma, qualcuno attentò alla sua vita.

LEGGI ANCHE >>> chi scoprì la storia tra Costanzo e Maria De Filippi

Maurizio Costanzo e l’attentato alla sua vita

Maurizio Costanzo attentato
Maurizio Costanzo (getty images)

Era l’inizio degli anni Novanta e in Italia si iniziava a parlare sempre più spesso di “lotta alla mafia”. Costanzo all’epoca era legato a Giovanni Falcone da una profonda amicizia: spesso lo intervistava e parlava con lui proprio di questo argomento molto delicato e al contempo molto importante.

Nelle sue trasmissioni televisive iniziò a parlare molto spesso di queste tematiche all’epoca molto controverse e realizzò anche una maratona televisiva in collarborazione con la Rai dedicata proprio alla lotta alla mafia. Il 14 maggio 1993 un gruppo di mafiosi decise così di attentare alla sua vita.

LEGGI ANCHE >>> l’elogio alle parole di Belen

I malviventi rubarono una Fiat Uno e la imbottirono con circa 100 chilogrammi di esplosivo ad alto potenziale. Benigno, uno dei mafiosi del gruppo, premette il pulsante per l’esplosione con qualche istante di ritardo perchè si aspettava che Costanzo fosse a bordo dell’Alfa Romeo 164. Ma non era così. Costanzo e Maria De Filippi erano invece a bordo di una Mercedes: con loro c’erano l’autista e due guardie del corpo.

Per rimanere aggiornati seguite la nostra pagina Facebook: QUI

Per fortuna l’esplosione non causò vittime. I feriti in tutto furono 24 ma non ci fu nessun decesso. I danni ai palazzi circostanti furono comunque numerosi e i residenti di uno di questi dovettero evaquare, ma per fortuna nessuno quella notte perse la vita.

L.M.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here