Home Spettacolo Il Segreto, non lo vedremo mai in Italia | Addio alla soap?

Il Segreto, non lo vedremo mai in Italia | Addio alla soap?

2990
0

C’è un particolare de Il Segreto che non vedremo mai in Italia, che ci fa in un certo senso dire addio alla soap. Ecco di cosa stiamo parlando.

Donna Francisca, Il Segreto
Donna Francisca, Il Segreto

Prima di raccontare tutto però andiamo a leggere qualche informazione sulla soap opera. Questa è andata in onda dal 23 febbraio del 2011 al 20 maggio del 2020 in Spagna su Antena 3. Mentre in Italia è giunta all’episodio 2318 alla fine di marzo, a 26 puntate dal suo termine. La distribuzione televisiva è stata diversa con episodi da 55 minuti nella penisola iberica, mentre in Italia l’abbiamo visto con 45 minuti nella fascia pomeridiana e 1 ora la sera.

LEGGI ANCHE >>> Un dolorosissimo addio in Un Posto al Sole

La soap racconta le avventure di un paesino immaginario “Puente Viejo” dove la vita scorre regolare giorno dopo giorno. Nel cast troviamo Maria Bouzas, Ramon Ibarra, Megan Montaner, Alex Gadea, Mario Zorrilla, Ivan Montes, Paula Ballesteros, Maribel Ripollo e molti altri ancora. Ora andiamo a scoprire il particolare in questione.

Il Segreto, non lo vedremo mai in onda in Italia

Donna Begona, Il Segreto
Donna Begona, Il Segreto

Non vedremo mai in onda in Italia alcuni particolari de Il Segreto. Non tutti sanno infatti che nel nostro paese c’è stata una forte censura in merito alla soap spagnola. Circola in rete da molto tempo, per far capire questa tendenza. In un episodio della prima stagione Tristan parla a Pepa e le sottolinea: “Non posso accettare questa realtà. Non accetto che non potrà più toccarti o semplicemente baciarti”. Come era in realtà nell’edizione originale?

LEGGI ANCHE >>> Addio alla soap?
“No puedo pensar que jamás te voy a tocar, a besar, a desnudar”. È stata elusa la parola “spogliare” che francamente non sembra così forte da non poter essere mandata in onda su Rete 4 in un programma prettamente dedicato agli adulti o magari a chi ha superato da un po’ l’adolescenza. Chissà quanti saranno ancora i tagli che ci portano dunque in un certo senso a dire addio alla soap per come è in realtà. Con tutte queste censure il prodotto non può che risultare parziale e compromesso sotto diversi punti di vista. Ovviamente continueremo a guardare la soap lo stesso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here