Home Spettacolo Can Yaman, “addio improvviso” | L’Italia si interroga sul perché

Can Yaman, “addio improvviso” | L’Italia si interroga sul perché

794
0

Can Yaman è un artista davvero amato dal pubblico italiano. All’improvviso però si è scatenato un vero e proprio caso. Ma cosa è successo?

Can Yaman
Can Yaman

L’attore turco ha conquistato il nostro paese con il ruolo del suo omonimo nella soap tv turca Daydreamer Le ali del sogno e ancora prima aveva fatto parlare di sé per Bitter Sweet un altra soap del suo paese sbarcata in tutta Europa. Questo gli aveva permesso di stringere anche varie collaborazioni fino ad arrivare a recitare in Che Dio ci aiuti 6 al fianco di Elena Sofia Ricci.

LEGGI ANCHE >>> La confessione di Iva Zanicchi su Can

Ovviamente si era parlato a lungo anche della sua bellezza, ragazzo dal fisico straordinario era stato accostato a Diletta Leotta per un’ipotetica storia d’amore. Fino a che i due hanno deciso di venire alla luce e ammettere che in realtà l’amore era scoppiato davvero. In queste ultime ore però è scattato l’allarme tra i suoi fan, andiamo a scoprire cosa è successo.

Can Yaman, cosa succede?

Can Yaman
Can Yaman

Cosa succede a Can Yaman? L’allarme è scoppiato dopo che il turco è sparito dai social network, un “addio improvviso” che ha lanciato una catena di chiacchiere incredibili. Non si tratta però della prima volta che accade, visto che mesi fa aveva disattivato il suo account di Twitter che non è stato più riattivato. Di certo però non ci aspettavamo l’addio a Instagram dove era decisamente più attivo e che in questo periodo è un biglietto da visita per tutte le persone che vogliono lavorare nel mondo dello spettacolo.

LEGGI ANCHE >>> Can in Che Dio ci aiuti 7?

Si è parlato di un possibile attacco degli hacker, c’è chi addirittura ha parlato del Ramadam e di una decisione religiosa. Tutte notizia che però al momento non trovano un confronto con la realtà. Sia Can che Diletta non hanno infatti pubblicato nessuna risposta in merito e capiremo solo in seguito se ci saranno ulteriori informazioni in merito. L’unica speranza è che davvero non ci siano dei problemi né a livello di hackeraggio né sotto altri punti di vista.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here