Home Spettacolo Terence Hill, il triste retroscena su Don Matteo: “non hanno voluto”

Terence Hill, il triste retroscena su Don Matteo: “non hanno voluto”

1002
0

Terence Hill per la prima volta ha parlato del suo addio alla serie Don Matteo. Il sacerdote più amato d’Italia ha svelato un triste retroscena che non mancherà di suscitare polemiche. Cosa ha confessato l’attore?

Il 7 gennaio del 2000 è andato in onda il primo episodio, il 10 marzo 2022 partirà la serie numero 13. Un successo straordinario che dura da oltre due decenni e che vede pronta la nuova serie ricca di novità. La fiction Don Matteo è già entrata nella storia delle produzioni della Rai per il seguito ed il gradimento che il pubblico gli ha attribuito, ma adesso sta partendo la sfida più difficile.

Terence-Hill-retroscena-Altranotizia
Terence-Hill-Altranotizia

L’Umbria, Gubbio e Spoleto, hanno fatto da splendida cornice per vent’anni alle storie poliziesche che hanno visto protagonista il sacerdote Don Matteo, parroco della Chiesa di San Giovanni Battista che, tra una funzione e l’altra, ha trovato sempre il modo di aiutare i carabinieri della locale stazione a risolvere intricati casi. Episodio dopo episodio il volto di Terence Hill ha conquistato un platea sconfinata ed ha protratto la serie fino ai giorni nostri. La prossima, però, vedrà, il cambiamento più grande. Quale?

Terence Hill e quel suo “non hanno voluto

Un successo che dura da oltre vent’anni, è composto da tante componenti vincenti. La trama degli episodi, la bellissima location umbra, tra Gubbio e Spoleto, scelte perfette riguardanti il cast, si pensi soltanto a Nino Frassica, il maresciallo Cecchini o Nathalie Guetta, nel ruolo della perpetua Natalina. Ma il successo di Don Matteo è soprattutto Terence Hill e la sua graduale, ma dolorosa, uscita della serie non è stata ancora metabolizzata da buona parte del pubblico.

E le parole pronunciate dal grande attore non renderanno certo più semplice l’accettazione della sua sostituzione. Per la prima volta infatti Terence Hill ha parlato del suo addio alla fortunatissima serie e secondo quanto riportato da TVMia, la scelta di lasciare la serie non è stata sua: “Avrei continuato magari facendo come Montalbano: serie di due o quattro puntate ma non hanno voluto“. Non è difficile prevedere che queste dichiarazioni dell’attore, protagonista della serie, scateneranno molte reazioni.

L’attore aveva dato quindi la sua disponibilità a lavorare a ritmi più brevi e limitati rispetto a quelli imposti da una lunga serialità. Non si deve infatti dimenticare che l’attore ha 82 anni. La produzione della fiction, che evidentemente aveva idee diverse, ha preparato numerose novità, anche per tentare di tamponare un po’ l’effetto – addio del protagonista assoluto. Quali le novità più intriganti?

Il ‘dopo’ Terence Hill

Don Matteo sarà presente per i primi quattro episodi per poi passare lo scettro a Don Massimo, interpretato da Raoul Bova, che rappresenta sicuramente la novità più importante. La serie numero 13 vedrà anche il gradito ritorno di Flavio Insinna, nel ruolo del Capitano Anceschi.

LEGGI ANCHE —> Terence Hill non si trattiene più: “Raoul Bova è un grande…”

LEGGI ANCHE —> Terence Hill, qui è dove si è ritirato a vita privata | Casa degna di un re

La speranza di molti è che le parole di Nino Frassica, grande amico di Terence, si possano avverare. Il grande attore siciliano ha confessato che quello dell’attore non è un addio definitivo e che potrebbe nuovamente far parte della serie, magari con dei cameo che risulterebbero sicuramente assai graditi ai telespettatori.

Terence-Hill-Nino-Frassica-insieme-Altranotizia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here