Home Personaggi Coco Chanel, la storia vera: la donna che rivoluzionò la moda

Coco Chanel, la storia vera: la donna che rivoluzionò la moda

194
0

La storia vera di Coco Chanel è veramente molto bella e piena di particolari. La donna è riuscita a rivoluzionare il mondo della moda, cambiando di fatto il concetto di femminilità.

Coco Chanel, storia vera
Coco Chanel, storia vera (Getty Images)

Stasera su Rai Premium dalle 21.20 va in onda il film dedicato alla donna francese, sul canale 25 del digitale terrestre. L’opera del 2008 dura 2 ore e 13 minuti con la regia di Christian Duguay. Nel cast troviamo una splendida attrice come Barbora Bobulova con la suo fianco Olivier Sitruk, Valentina Lodovini, Sagamore Stevenin, Mary Petrulo e Shirley MacLaine. Nel cast troviamo anche Malcom Mc Dowell diventato molto famoso per il ruolo di Alexander de Large in Arancia Meccanica. Andiamo a scoprire qualcosa di più sulla storia di Coco Chanel.

Coco Chanel, storia vera: tutto quello che c’è da sapere

Coco Chanel, storia vera
Coco Chanel, storia vera (Getty Images)

La storia vera di Coco Chanel inizia il 19 agosto del 1883 quando questa nasce come Gabrielle Bonheur Chanel a Saumur. La donna morirà il 10 gennaio del 1971 a Parigi. È stata una delle stilisti più celebri del mondo, donna dalla classe unica in grado di rivoluzionare il mondo della moda e non solo e di dare un passo in più alla femminilità con il suo straordinario gusto e la sua voglia di trovare sempre una soluzione. Fondò una casa di moda che porta ancora oggi il suo nome e con il quale si identifica l’alta classe ed eleganza.

Fu molto particolare la sua infanzia nata praticamente in un ospizio di poveri. Il padre girava per i mercati dell’Auvergne come venditore ambulante, si chiamava Herni-Albert Chanel. Mentre la mamma si chiamava Jeanne De Volle. La famiglia si mosse verso Issoire con la madre che venne a mancare molto giovane. Albert inizialmente si prese cura dei ragazzi per poi lasciarli a casa di sua madre a Vichy per l’impossibilità a fare tutto. Fu poi affidata alle suore del Sacro Cuore insieme alle sorelline visto che i nonni non riuscivano a tenerle. Questa infanzia monacale si ritroverà nelle opere di moda della splendida artista.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here